Skip to content

Poesia in codice

 
POESIA IN CODICE
 
 
”Sul filo delle mie radici”
 
olio su tela foglia d’oro pasta acrilica radici
di R. Ruffini
 
 
 
Sito di divulgazione culturale dove poesia e arti visive viaggiano in simbiosi.

Arti visive dove una forma può rappresentare solo un pretesto e dove può convivere tutto-dall’astratto all’onirico -come la poetica che ogni esecutore può intendere in termini non strettamente formali, ma personali.

*So che non esiste un’arte moderna, ma un’arte che è sempre la stessa perenne.
*Del resto gli artisti nuovi creano da soli e per se stessi..
*Fate in modo di vedere ,se ne siete capaci, dentro l’opera d’arte
*Io dipingo la luce che emana da tutti i corpi
*L’arte non può avere un fine utilitario

Egon Schiele

Un grazie agli artisti e poeti che hanno dato la disponibilità alle loro opere e scritti.

” Immagini e contenuti di questo sito sono di proprietà di chi li ha prodotti.”

©

 

 
 
Annunci
Immagine

Antonin Artaud

2720563929-001-antonin-artaud-theredlist

Una delle ragioni dell’asfissiante atmosfera in cui viviamo senza possibilita’ di scampo o di difesa – e di cui tutti siamo corresponsabili – persino i piu’ rivoluzionari fra noi – e’ il rispetto per cio’ che e’ scritto, formulato, o dipinto, percio’ che ha assunto una forma quasi che ogni forma espressiva non fosse ormai esaurita e non fosse arrivata al punto in cui e’ indispensabile che le cose saltino in aria per poter cominciare da capo.

E’ bene che talune nostre eccessive comodita’ scompaiano, che certe forme siano dimenticate: allora la cultura fuori dello spazio e del tempo, racchiusa nella nostra capacita’ emotiva riapparira’ con accresciuto vigore. Tutte le nostre idee sulla vita devono essere riesaminate, in un’ epoca in cui niente aderisce piu’ alla vita. E’ questa penosa scissione a provocare la vendetta delle cose: la poesia che non e’ piu’ in noi e che non riusciamo piu’ a ritrovare nelle cose, torna a scaturire d’ un tratto dalla parte sbagliata. Mai in precedenza si erano visti tanti delitti, la cui gratuita bizzarria, puo’ essere spiegata soltanto con la nostra impotenza a possedere la vita.

Ma anche se a gran voce invochiamo la magia, abbiamo paura, in fondo, di una vita che si svolga davvero sotto il suo segno.

Antonin Artaud

 

André Kertész – mostra fotografica

Segnalo una bella mostra fotografica di André Kertész che si terrà al Palazzo Ducale di Genova il 24/2 fino al 16/6 /18

 

gelatin silver print

http://lumieregallery.net/wp/215/andre-kertesz/

Galleria

Noell Oszwald, bianco e nero geometrico

Blog di Pina Bertoli

La purezza e la bellezza di queste foto mi lascia senza fiato. Sono concettuali e minimalistiche, geometriche: aprono uno spazio e lo delimitano, pur lasciando prospettive sfuggenti. Il bianco e nero, attraverso i contrasti, esalta al massimo la costruzione e la purezza, puntando all’essenza dell’immagine, abolendo qualsiasi dettaglio inutile. I soggetti sembrano sorretti o avvolti da linee, rette e curve; l’atmosfera è rarefatta, calma e pervadente. Il paesaggio è l’interiorità.

Noell Oszwald è una artista ungherese; le sue foto, classiche e moderne al tempo stesso, spesso hanno lei stessa come soggetto. Attraverso le pose del corpo e i gesti, o la direzione dello sguardo, ci rivela il suo mondo interiore.

Questo è il link al suo sito: http://cargocollective.com/noelloszvald

View original post

Alessandro Lupi- Twisting connection, LIGHT ART RESIDENCE, Como

Twisting connection, LIGHT ART RESIDENCE, Como

Light art residence in Como Italy, October 2017
in collaboration with Fondazione A. Volta, IED Barcelona, Accademia Galli, Como, Ostello Bello lake, Como.

.

.

 

Ti regalo la luna + poesia di Li Po

TI REGALO LA LUNA

terracotta dipinta ad olio

di Rossana Ruffini

L’amico mio dimora
In alto sui monti dell’Est;
Gli è cara la bellezza
Delle valli e dei monti.
Nella stagione verde
Giace nei boschi vuoti;
E dorme ancora quando
Il sole alto risplende.
Un vento di pineta
Gl’impolvera maniche e manto;
Un ruscello ghiaioso
Gli terge il cuore e l’udito.
T’invidio! Tu che lontano
Da discorsi e discordie
Hai la testa appoggiata
A un guanciale di nuvole azzurre.

Li Po

(701-762)

Esposizione permanente. LIGHT ART RESIDENCY un progetto di 8208 Lighting Design Festival, Accademia Galli IED Como e Ostello Bello Lake Como in partnership con IED Barcelona

LIGHT ART RESIDENCY un progetto di 8208 Lighting Design Festival, Accademia Galli IED Como e Ostello Bello Lake Como in partnership con IED Barcelona + Alessandro Lupi

https://www.comocity.it/light-art-residency-un-progetto-di-8208-lighting-design-festival-accademia-galli-ied-como-e-ostello-bello-lake-como-in-partnership-con-ied-barcelona/

 

http://www.alessandrolupi.com/

.

Foto d’epoca di R. Ruffini fotografo + Kipling

Leggi tutto…

http://www.androsophy.net/androsophy-androsofia/

Vi consiglio di leggere il pensiero di questo artista al link riportato  

——————————————————————————————————————
Ti rispondo qui perché non riesco a spedire il commento nel tuo sito.
‘’Se pensassero che l’artista ormai non possa più avere alcuna influenza, non si darebbero tanta pena nel tentare di ridimensionarlo, di addomesticarlo, di assassinarlo. ‘’
 
E’ un po’ di tempo che non mi vedi, ma non è che non ti seguo. E’ solo a causa di momenti di difficoltà fisica e psicologica. Psicologica perché a volte ti mandano in tilt i racconti  di alcuni artisti per altro ‘non sconosciuti’ nel senso comune del termine, ma che cercano di tenere una certa autonomia di pensiero e di azione nei confronti di gallerie con cui hanno firmato contratti, più o meno, capestro.
 
Felicissima di esserne fuori.
‘’Del resto, l’artista oggi deve essere un’azienda, anzi un brand: lo statement sta all’artista come la “mission” sta all’azienda, ma anche se l’aria che tira è quella, non fa per me, non ho il fisico dell’azienda.’’
Ci vuole molto coraggio per intraprendere certe scelte e percorsi di vita e per questa ragione ho grande rispetto per te e il tuo lavoro, meno per gli artisti che si piangono addosso e che ce l’hanno con certi sistemi solo perché non riescono ad entrarci o tentano di attirare l’attenzione con falso buonismo. Come tu ben sai serpeggia anche tanta finzione tra la categoria. Tanto per essere sinceri.
‘’Per i motivi già elencati, ritengo assolutamente necessario correre questi rischi, per non diventare un fantoccio adatto a qualsiasi ideologia, necessità commerciale e moda, buono a tutto e quindi buono a nulla. L’artista non più operaio culturale ma operaio esecutore, il braccio che delega il pensiero alle menti altrui. ‘’
Condivido
.

‘Fuori dal mondo’ + aforismi e note personali

‘ FUORI DAL MONDO ‘

olio su tela e altro

di

R. Ruffini

Fino a che punto siamo artisti o meno, non lo possiamo dire con certezza né lo possono decidere gli altri (assolutamente vero Vincent ... 😉

Vincent Van Gogh

.

L’uomo che rasenta il proprio muro non avrà occhi per l’alba. (quanti ce ne sono…di muri dico 🙂
Alda Merini
.

Le convinzioni, più delle bugie, sono nemiche pericolose della verità.

F.Nietzsche

Nelle vita come nel web le convinzioni si sprecano, ma soprattutto oltre ad essere nocive per se stessi lo sono per gli altri che pensano che tutto quello che gli viene raccontato sia vero… per la serie ”l’abito non fa il monaco ” 😉

.

L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci, soprattutto perché provi un senso di benessere quando gli sei vicino.
Charles Bukowski
sacrosantamente vero…e di solito si riconosce perché sta in silenzio e non ha bisogno di convincere gli altri con le parole 🙂
 

 

Mah!… Koons-licenzia-metà-del-suo-staff

tratto da :

.

http://www.artribune.com/arti-visive/arte-contemporanea/2017/06/jeff-koons-licenzia-meta-del-suo-staff/

.